Intervista al Clan della Grande Orsa: un viaggio che spazia dal kilt al rispetto per il mondo




Eventi | Cristina Felice | 26 maggio 2011 alle 12:00

A circa un mese dall’inizio di Celtica abbiamo intervistato per voi alcuni membri del Clan della Grande Orsa e dell’organizzazione, ecco cosa ci raccontano.

D. Cosa significa far parte del Clan della Grande Orsa? E’ un
impegno oneroso in termini di tempo?
R. Significa far parte di un gruppo di persone eterogeneo (ci sono anziani come adulti come bambini) che lavora sulla propria interiorità e sulla stabilità del gruppo per il bene stesso del gruppo e del territorio in cui vive. Non è facile quantificare il tempo che si dedica al clan,alcuni  dedicano molto tempo, altri molto poco, ma non è oneroso, è una scelta consapevole: se una persona non si sente in quel momento di dover donare molto tempo al gruppo è libera di non farlo.
D. Come siete organizzati all’interno del Clan? Ci sono ruoli fissi o ognuno deve saper fare tutto?
R. Alcuni ruoli fissi sono previsti, ma è bene che ci sia una certa flessibilità, ma è anche bene che ognuno venga riconosciuto per il valore che ha e per quello che può portare all’interno del gruppo
D. Per voi quando inizia Celtica? Quanta preparazione c’è dietro? Come decidete quali attività proporre?
R. Celtica inizia praticamente poco dopo che è finita l’edizione precedente, e questo comporta il fatto che dietro ci sia una grandissima preparazione.
D. Che rapporto avete con gli altri Clan?
R. Con qualcuno di profonda amicizia, con altri meno, ma vi è comunque un rapporto di rispetto e onore dato dal fatto di portare gli stessi colori, che rappresentano i nostri ideali e valori, l’onore deve però essere meritato in ogni momento
D. Se qualcuno volesse entrare a far parte del vostro Clan cosa dovrebbe fare?
R. Dovrebbe partecipare alle attività del clan (uscite, serate…), nel momento in cui il clan sente che questa persona è parte del gruppo e persegue gli stessi ideali allora questa potrà farne parte, con parere unanime dei membri effettivi.
D. Qual è il principio che trovate sia più nobile del mondo celtico?
R. Personalmente penso che il rispetto per il mondo, per la natura, e azzarderei a dire per la vita stessa sia quello che più apprezzo della cultura celtica.
D. L’outfit perfetto per un perfetto celto?
R. Direi il KILT
D. Avete un libro significativo da consigliare a chi ama la cultura celtica?
R. La profezia di celestino
D. A parte Celtica, dove possiamo incontrarvi e quando?
R. Siamo tutti residenti in Valle d’Aosta, ci ritroviamo spesso a fare intrattenimento come ospiti a manifestazioni valdostane, italiane e francesi di ambito celtico. Siamo di solito ospiti a San Orso.

Grazie al Clan e arrivederci a Celtica!

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Aosta su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Cristina Felice

Cristina Felice Cristina Felice Giornalista, scrittrice e fotografa, appassionata di viaggi e sport. Scrive di eventi, cinema, musica, moda, lifestyle, tendenze, viaggi e arredamento. Fotografa artisti, paesaggi, viaggi e animali. Collabora con riviste, blog e siti web.
Sito: http://cristinafelice.altervista.org


Lascia un commento